Contact

Subscribe to newsletter

Follow me

Fill the contact form

Name is required
A valid email address is required
Message is required
Select answer
Answer is required
  • Wrong captcha
    ×

    Feedback

    Tell your experience

    This field cannot be blank
    An email address or a phone number is required
    Did you miss something?

    Wrong captcha
    ×
    La Sicilia si presenta agli occhi come un'isola definita. Dei confini tra terra e mare delineati, all’interno dei quali si son scritte pagine importanti della storia dell'uomo moderno. Prima che i confini del mondo occidentale si allargassero alle Americhe, tutto ruotava intorno a questo lembo di Mediterraneo. Secoli di letteratura, musica e poesia hanno cercato di darle dei contorni, di trovare un perché alle vicissitudini e alle leggende che ne hanno segnato la storia, di capire come sia possibile mantenersi in un equilibrio così delicato. Come ricorda Bufalino non esiste una sola Sicilia, ma Cento diverse. Noi ci chiediamo: potrà mai la bellezza aiutare a trovare il senso di un’alchimia che si nasconde in particelle invisibili agli occhi e al pensiero razionale? La storia dell'uomo ci insegna che questo è possibile, che attraverso l'immaginario si può dar vita a un cambiamento. Da qui l'utopia, il sogno, di un immaginario possibile.
    Sicily presents itself as a well-defined island. The boundary lines between earth and sea are well-drawn, and it is in the inner part of it that very important pages of the modern mankind history have taken place. Back to before the Western civilization borders extended to America, everything used to spun around this tiny strip of land in the Mediterrean sea. Literature, music and poetry have been trying to shape it, to explain the reason why so many vicissitudes, myths and tales deeply marked its story and to understand how it is possible to stay in such fragile and delicate balance, for ages. As Bufalino underlines, there is not a single sicily,but moltitudes of it. We wonder: will beauty ever find the meaning of an alchemy that hides behind invisible particles to the eyes and the rational thought? Human history teaches us it is possible and that it is so thanks to imagination, which leads to a change. This is where the utopistic and the dreamy come from.
    Fa sempre riflettere come il carattere della gente possa essere forgiato dal territorio, dalla natura in cui cresce e dalla luce che lo accompagna nel suo cammino. In Sicilia i luoghi sono come chi li vive: rigogliosi ma anche desertici, bianchi ma anche neri, caldi ma anche gelidi. Esiste un luogo per ogni colore, per ogni condizione dell'anima. Nascere e crescere ai piedi di un vulcano come l'Etna non può non segnarti. Qui tutto ha avuto inizio. Qui, ancora oggi, si rinnova il miracolo della vita, che dal fuoco ha dato inizio al tutto. Non c'è civiltà umana antica che non sia passata da quest’isola e che non abbia bramato di possederla. L'Etna ci ricorda chi siamo e da dove veniamo, ci ricorda che la Natura crea ma distrugge, che al suo corso è impossibile sottrarsi.
    It always makes you think twice how people's character is deeply influenced by the places and the nature they have been living in and the light they go along with. In Sicily places are just like the ones they are lived by: luxuriant, yet desert; white, yet dark; warm, yet freezing. There is a place for each colour, for each soul condition. To grow up at the feet of a volcano like Etna cannot do anything but mark you for the rest of your life. This is where it all started. This is where the miracle of life renovates everyday and where, ironically from fire, everthing has originated. There is not a single ancient civilization who has passed this island not wishing to own it. Mount Etna reminds us of who we are and where we come from, it reminds us that Nature creates and breaks everything down at the same time and that it is not possible to back out of it.
    Qui ci siamo scoperti. Insieme abbiamo provato a immaginare un futuro fatto di scommesse coraggiose e bellezza e a questi luoghi abbiamo voluto dedicare la nostra ispirazione. Da qui vorremmo scoprire un nuovo immaginario, che possa regalarci la fiducia in un domani diverso.
    We exposed ourselves. Together we tried to imagine a future made of brave bets and beauty. To these places we devoted our inspiration. We would like to discover a new unconscious, which can give us hope for a better, different tomorrow.
    "... quasi dal tempo in cui Polifemo passeggiava intorno all'Etna, o in cui Cerere insegnava ai siculi la coltivazione del grano, fino ai giorni nostri, la Sicilia è stata il teatro di invasioni e guerre continue, e di intrepida resistenza. I siciliani sono un miscuglio di quasi tutte le razze del sud e del nord; prima dei sicani aborigeni con fenici, cartaginesi, greci, e schiavi di ogni parte del mondo, importati nell'isola per via di traffici o di guerre; e poi di arabi, normanni, e italiani. I siciliani, durante tutte queste trasformazioni e modificazioni, hanno lottato, e continuano a lottare, per la loro libertà …" Friedrich Engels
    "... quasi dal tempo in cui Polifemo passeggiava intorno all'Etna, o in cui Cerere insegnava ai siculi la coltivazione del grano, fino ai giorni nostri, la Sicilia è stata il teatro di invasioni e guerre continue, e di intrepida resistenza. I siciliani sono un miscuglio di quasi tutte le razze del sud e del nord; prima dei sicani aborigeni con fenici, cartaginesi, greci, e schiavi di ogni parte del mondo, importati nell'isola per via di traffici o di guerre; e poi di arabi, normanni, e italiani. I siciliani, durante tutte queste trasformazioni e modificazioni, hanno lottato, e continuano a lottare, per la loro libertà …" Friedrich Engels
    Dalla voglia di esplorare con occhi nuovi questa terra è sorto il desiderio di mettere insieme le nostre professionalità, per capire cosa più amiamo in lei e come vorremmo fosse mostrata, scoperta, svelata. Delle 100 Sicilie, perché sempre il lato stereotipato? Questi luoghi possono rinascere a nuova vita, diventare ancora una volta teatro di storie e momenti indimenticabili.
    The desire of combining our competences together was born from the one of exploring this land through new eyes, in order to understand what we love the most about it and how we would like it to be seen, discovered and unveiled. Why is it always the stereotyped side among the moltitude of Sicilies the one that emerges? This places can be given a new life and become the scenario of unforgettable moments and tales once again.
    C’è chi è nato in Sicilia e ha sempre scommesso su questa terra, chi si trova adesso lontano e silenziosamente brama di tornarvi, chi invece l’ha scoperta tra un viaggio e l’altro, imparando ad amarla. Sguardi diversi, suoni diversi, legati e accordati dalla voglia di raccontarla di nuovo, come a volerle dare una nuova opportunità.
    There are those who were born in Sicily and have always bet on it, there are those who are away and silently crave to come back home, and those who discovered it during a trip, learning how to love it. Different looks, different sounds, tied together by the desire of telling it again and again, in order to give it a new chance.

    Svuotiamo le nostre menti e diamo spazio a nuove visioni, immaginari da inseguire che possano portarci a lavorare affinché le utopie non rimangano tali.

    Victor Ortega, Giuseppe Marano, Rossella D’Agata, Anna Fucà, Cinzia Budigna, Massimiliano Donnarumma, sono tutti nomi dietro ai quali si nasconde questo desiderio, silenzioso talvolta, ma tenace. Insieme abbiamo giocato con gli elementi che questa terra ci regala ogni giorno: dalla pietra lavica, simbolo del rinnovamento della natura e della creazione, convertitasi in anelli che segnano un legame eterno delle nostre anime, ai narcisi, fiori meravigliosi frutto di una terra dura ma allo stesso tempo ricca, come quella vulcanica, passando per il vino rosso, rosso come la lava che copre vecchi sentieri e segna nuove strade, che talvolta illumina di fuoco il cielo notturno in questo triangolo di mondo dove la natura non si è risparmiata.
    Victor Ortega, Giuseppe Marano, Rossella D'Agata, Anna Fucà, Cinzia Budigna, Massimiliano Donnarumma, are the names behind this desire, a silent yet tenacious one. Together we played with the elements this land gives us everyday: molten, symbol of the constant renovation of nature and of creation, which turned to rings that mark an eternal link of our souls; narcissus, amazing flowers given by a dry yet rich land; red wine, red like the lava, which covers so many old paths yet marks the latest streets and that lights up the night sky in this triangle of world where nature surely did not use itself sparingly.
    Un amore troppo grande da tenere dentro, una gioia per gli occhi e l’anima che rende felici e che far venir voglia di mostrarla al mondo, perché tutti possano sapere che questi luoghi, queste storie e queste persone esistono.
    A way too big love to be kept inside, a joy to the eyes and the soul that makes us so happy and proud we want to show it to the world, so that everyone can know these places, these stories and these people exist.

    Credits

    Sunny Days // documentary wedding films

    Giuseppe Marano // documentary wedding photography

    Diverso Event Design // wedding designer & planning

    Cinzia Budigna // hair & beauty

    Wedding Dresses // Anna Fucà Atelier + Ottomarchesi Sartoriale

    Models // Carlotta + Michele

    Music // Veivecura